L’euro è una moneta con corso forzoso?

Posted: 1st settembre 2014 by francescopaologentile in Senza categoria

aldo_giannuliIn un agorà a Festella il professore Aldo Giannuli ha spiegato ai presenti, in modo semplice e con parole molto chiare, cos’è l’euro.

Procuratevi una banconota di euro di un qualsiasi taglio e verificate se quello che leggerete corrisponde al vero, se avete ancora una banconota in lire potrete fare velocemente i dovuti confronti.

mille lire 2Avete mai osservato bene una banconota di euro?

  1. Non c’è scritto da nessuna parte pagabile a vista al portatore, questo perché la BCE non ha una riserva aurea.
  2. Non c’è scritto da nessuna parte “la legge punisce i fabbricanti e gli spacciatori di biglietti falsi”, come mai? Osservate la bandiera, vicino alla bandiera ci sono gli acronimi della così detta Banca Centrale Europea nelle varie lingue, ma prima c’è è quello del Copyright.

Avete mai visto un francobollo,  una marca da bollo, una banconota con il simbolo del copyright? Il copyright è per sua natura un istituto di diritto privato, la moneta per sua natura è un istituto di diritto pubblico, tante vero che se un esercente si rifiutasse di accettare il pagamento in euro e chiedesse il corrispettivo in dollari, in teoria, commetterebbe un reato perché, la moneta in quando istituto di diritto pubblico, ha corso forzoso, quindi si è obbligati ad accettarla.image-2

Ma l’euro è una moneta che ha corso forzoso? Quella che noi chiamiamo Banca Centrale è un accordo di natura privatistica fra banche centrali nazionali che restano proprietarie della riserva aurea. Tecnicamente la banconota di euro è l’equivalente di una cambiale, o di un qualsiasi titolo di pagamento di diritto privato. E’ in funzione di moneta perché l’accettiamo come tale, se ad esempio dovesse esserci una crisi di tipo Giapponese o Argentino possiamo essere sicuri che l’euro continui ad essere riconosciuta come banconota?

Oggi se un esercente si rifiutasse di accettare un pagamento in Euro e chiamassimo un agente di polizia questo forse obbligherebbe ad accettare il pagamento, ma un domani se … non si si può dire!

  1. prof.Giannulli ho dei dubbi in merito alla circolazione delle monete asiatiche,,,posso essere assicurato da lei che le emissioni di monete sono tutte commisurate alla riserva aurea? io sò che Nikson nel 1971 abdicò alla emissione di moneta con riserva aurea e che liberalizzò la emissione della moneta senza di essa…la ricchezza di uno stato si misura attraverso i servizi che offre , questa è una contraddizione … ho sempre ritenuto che la ricchezza di uno stato è quello che lo stato nazione produce…oggi siamo poverissimi,ma bando alle chiacchiere…l’euro è una patacca…di diritto privato…nei trattati della moneta per la sua costruzione sono stati modificati dei parametri dall’art. 104 C all’art. 109 C …dal 104 al 109 salta tutta l’armonia che Jaques Delor e Otto Pool avevano previsto in caso di mare agitato della economia della moneta !